Benvenuti sul sito del Ministero Federale degli Affari Esteri

Attualità

Articolo

Attualità

Workshop "ProRecognition - Professional and Vocational Qualifications for Germany" della Camera di Commercio Italo-Tedesca a Milano

Vista aérea de un aula con estudiantes universitarios
Estudios superiores en Alemania, aula © Colourbox

Dal 2015, il Ministero dell’Istruzione e della Ricerca Tedesco (BMBF) sostiene il progetto “ProRecognition – Professional and Vocational Qualifications for Germany”, con lo scopo di fornire un servizio di consulenza sul riconoscimento in Germania delle qualifiche professionali conseguite all’estero.

Il Workshop ha luogo il 13.04.2019 ed il 14.04.2019 a Milano

Programma


Incontro della associazioni culturali italo-tedesche a Milano

Tagung der deutsch-italienischen Kulturgesellschaften in Mailand
Tagung der deutsch-italienischen Kulturgesellschaften in Mailand © GK Mailand

In data 30.01.2019, su iniziativa del Consolato Tedesco di Milano, si è tenuto l'incontro annuale delle associazione culturali italo-tedesche dell'Italia settentrionale. L'amichevole collaborazione con le istituzioni culturali milanesi è stata definita quest'anno da una visita al Piccolo Teatro - teatro d'Europa, presso il quale il gruppo è stato accolto dall'Intendente Sergio Escobar.

Galleria fotografica


Il Carnevale di Venezia

Karneval in Venedig
Karneval in Venedig © GK Mailand

Il Carnevale di Venezia ha luogo dal 16 febbraio al 05 marzo 2019.

Questo grande carnevale ha una tradizione secolare. La più antica documentazione risale all’anno 1286, all’epoca della Repubblica Marinara di Venezia.

Il carnevale inizia ufficialmente il mercoledì delle ceneri col volo dell'angelo.

In tale occasione, un’eminente artista fluttua appeso al campanile di Piazza San Marco.

Da lì in poi, la città lascia spazio ad innumerevoli esibizioni artistiche e la gente gira per le strade in costume.

La particolarità del Carnevale di Venezia sono le maschere ed i costumi ricchi di colori, opere d’arte, che permettono di nascondere la propria identità, dando vita ad un nuovo ruolo.

I festeggiamenti si svolgono in tutte le principali piazze, nelle corti dei palazzi, nelle calli e nei canali, dove persone mascherate festeggiano, cantano, danzano e si divertono giorno e notte.

Alla pagina web


Giornata internazionale della lingua madre

Kinder
Kinder © ZB

Su iniziativa dell’UNESCO, le Nazioni Unite hanno istituito la Giornata Internazionale della Lingua Madre, che si celebra annualmente il 21 febbraio.

Delle circa 6.000 lingue parlate oggi nel mondo, quasi la metà, secondo una stima dell’UNESCO, rischia di scomparire.

Una molteplicità linguistica e culturale rappresenta valori universali, che rafforzano l’unità e l’intesa di una società.

La Giornata Internazionale della Lingua Madre ha lo scopo di promuovere la molteplicità linguistica e l’utilizzo della lingua madre nonché di rafforzare la consapevolezza delle tradizioni linguistiche e culturali.


100 anni di suffragio femminile

Frauenwahlrecht
Frauenwahlrecht © dpa

Da 100 anni, a partire dal 19.01.1919, le donne hanno diritto di votare e di essere votate - una pietra miliare della storia e della democrazia in Germania, nonchè fondamento per l'uguaglianza fra donne e uomini.

Ulteriori informazioni -in lingua tedesca-


Il Console Generale alla mostra "Schedati, perseguitati, sterminati: malati psichici e disabili durante il Nazionalsocialismo"

Generalkonsul Claus Robert Krumrei
Generalkonsul Claus Robert Krumrei © GK Mailand

In data 10.01.2019, il Console Generale Claus Robert Krumrei ha tenuto un discorso durante l'inaugurazione della mostra internazionale "Schedati, perseguitati, sterminati: malati psichici e disabili durante il Nazionalsocialismo".

La mostra ha luogo presso il Palazzo di Giustizia di Milano dal 07.01.2019 al 16.02.2019.

Tra i presenti vi erano Marina Anna Tavassi, Roberto Bichi, Alan Christian Rizzi, Pierfrancesco Majorino e Roberto Jarach.


Giorno della memoria delle vittime del Nazionalsocialismo

Gedenken an die Opfer des Nationalsozialismus
Gedenken an die Opfer des Nationalsozialismus © dpa-Zentralbild
74° anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz nel 1945

Auschwitz è il sinonimo per il massacro da parte dei nazisti nei confronti degli ebrei europei. Auschwitz è l‘espressione di fanatismo razziale ed il marchio di Caino nella storia tedesca. Il 27 gennaio 2018 si celebra il 74° anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz da parte dell’Armata Rossa.

Nel 1996, su iniziativa dell’allora Presidente Federale Roman Herzog, l’anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz divenne in Germania il giorno ufficiale della memoria per le vittime del Nazionalsocialismo.

Nel 2005, le Nazioni Unite proclamarono il 27 gennaio il giorno internazionale della memoria delle vittime dell’Olocausto.

Il 27 gennaio non è un giorno festivo, come può essere inteso comunemente. È il “Giorno della Memoria”: commemorare e riflettere sul passato forniscono indicazioni per il futuro.

Campi di concentramento - per i governanti nazisti servivano fin dall'inizio per un semplice scopo: Qui, dagli inizi del 1933, venivano concentrati tutti i dissidenti e gli oppositori del regime: comunisti e socialdemocratici, testimoni di Geova, sacerdoti e pastori di opposizione, ebrei politicamente impopolari, sinti, rom e omosessuali. Dal 1941, i campi di concentramento servirono per l’incredibile distruzione di milioni di persone.

La miglior assicurazione contro l’odio etnico, il totalitarismo, il fascismo ed il nazionalsocialismo è e rimane il ricordo vivo ed il confronto attivo con la storia.

(Fonte: Landeszentrale für politische Bildung Baden-Württemberg)



Torna a inizio pagina