Benvenuti sul sito del Ministero Federale degli Affari Esteri

Informazioni sul pagamento di una cosiddetta „indennità straordinaria per il coronavirus“ per le vittime della persecuzione nazionalsocialista non ebree.

Stempel Entschädigung

Stempel Entschädigung, © ©picture alliance

09.06.2021 - Articolo

Lei ha già ricevuto in passato un pagamento una tantum dal „Fondo di riserva per le compensazioni (WDF)“ come vittima della persecuzione nazionalsocialista non ebree? Allora continui a leggere!

Una nuova direttiva prevede un pagamento straordinario per il coronavirus di 1.200 euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022 per i perseguitati nazisti che hanno già ricevuto un pagamento una tantum dal WDF. Tale pagamento deve essere richiesto per iscritto al Ministero Federale delle Finanze in Germania.

Per far fronte alle maggiori necessità dovute alla pandemia, le vittime della persecuzione nazionalsocialista non ebree possono ricevere una cosiddetta „indennità straordinaria per il coronavirus“ (due contributi una tantum di importo pari a rispettivamente 1.200 € per il 2021 e il 2022).

Il prerequisito è che al/alla richiedente sià già stato corrisposto un importo una tantum (non chi è beneficiario di prestazioni continuative) ai sensi delle Linee guida del Governo Federale sui pagamenti nel quadro delle riparazioni ai perseguitati di origine non ebraica a titolo di compensazione per le sofferenze subite da singole persone, del 26 agosto 1981, nella versione del 7 marzo 1988 (WDF, Fondo di riserva per le compensazioni).

L’indennità viene concessa solo su richiesta.

La domanda in carta semplice può essere presentata fin da subito al Ministero Federale delle Finanze: 

Bundesministerium der Finanzen

- Dienstsitz Bonn -

Referat V B 3

Postfach 13 08

53003 Bonn

La domanda deve contenere il nome, il luogo e la data di nascita del richiedente.  

Se conosciuti, dovrebbero essere indicati anche il numero di protocollo e la data dell’indennità una tantum già corrisposta.

Alla richiesta vanno inoltre acclusi la copia di un documento di identità in corso di validità e un attuale certificato di esistenza in vita rilasciato da un’autorità ufficiale.  

Se il richiedente vive all’estero, entrambi i documenti devono essere autenticati da

un notaio.

La richiesta deve essere presentata entro il 31 dicembre 2022 (termine ultimo).

In caso di ulteriori informazioni a riguardo, si prega di voler contattare la competente rappresentanza consolare tedesca.

Se risiede nella circoscrizione dell'Ambasciata di Germania a Roma, si prega di voler contattare l’Ambasciata di Germania a Roma via email all'indirizzo info@rom.diplo.de.

Se risiede nella circoscrizione del Consolato Generale di Germania a Milano, si prega di voler contattare il Consolato Generale di Germania a Milano via e-mail all'indirizzo info@mailand.diplo.de.


Torna a inizio pagina