Willkommen auf den Seiten des Auswärtigen Amts

La Carta blue UE

Bandiera dell'UE

Bandiera dell'UE, © picture alliance / dpa

07.03.2023 - Artikel

Una Carta blue UE può essere rilasciata a laureati di uno Stato non appartenente all’UE che soddisfano i seguenti presupposti:

  • hanno conseguito un diploma universitario tedesco o un diploma universitario straniero riconosciuto oppure un diploma universitario straniero equiparabile a un diploma universitario tedesco e
  • hanno un contratto di lavoro con uno stipendio lordo annuo non inferiore a 58.400,-€.

Per professioni nei settori delle scienze naturali, della matematica, della tecnica, dell’ingegneria, della medicina e dell’informatica il limite salariale minimo annuo è di 45.552,- € lordi.

Per i professionisti nel settore informatico, il limite salariale minimo è di 52.560,- € all'anno lordi.

Tuttavia Vi chiediamo di fare la domanda con sufficiente anticipo, poiché nella procedura di visto l'interesse all'ingresso deve essere attentamente valutato con gli interessi di sicurezza della Repubblica Federale di Germania. Nel caso di domande di visto per soggiorni di studio e di ricerca e per un'attività lavorativa comparabile, si deve prestare particolare attenzione che le conoscenze acquisite in Germania non possano essere utilizzate impropriamente per scopi che potrebbero compromettere o minacciare la convivenza pacifica dei popoli e/o l'ordine pubblico, la sicurezza o la salute in Germania.

In singoli casi questo può comportare un tempo di elaborazione più lungo per la domanda di visto.

Diversamente dai titolari di permessi di soggiorno ordinari, i titolari della Carta Blu UE possono richiedere già dopo 33 mesi un titolo di soggiorno a tempo indeterminato. Se viene comprovata una conoscenza del tedesco corrispondente al livello intermedio B1 del Quadro di riferimento europeo per la conoscenza delle lingue, i titolari della Carta Blu UE possono richiedere già dopo 21 mesi un permesso di soggiorno a tempo indeterminato. I titolari della Carta blu UE acquisiscono già dopo 18 mesi il diritto di trasferirsi in altri Stati dell’UE nell’ambito della libera circolazione.

Qualora i coniugi o i conviventi di titolari della Carta Blu UE richiedano un visto per ricongiungimento familiare, sono esonerati dall’obbligo di comprovare conoscenze minime del tedesco.

La Carta Blu UE è rilasciata solo dopo l’ingresso in Germania dal competente Ufficio stranieri. Prima dell’ingresso, è necessario richiedere un visto per lavoro presso una Rappresentanza tedesca all’estero. L’Ambasciata di Germania a Roma accetta domande di visto di persone residenti abitualmente in Italia.
Ulteriori informazioni sono reperibili al seguente Link.

nach oben