Benvenuti sul sito del Ministero Federale degli Affari Esteri

Com´è nata la tradizione delle Uova di Pasqua?

Handbemalte Ostereier auf einem Ostermarkt

Handbemalte Ostereier auf einem Ostermarkt, © dpa

Articolo

L'usanza di regalarsi uova si diffonde nel  Medioevo in Germania: la gente comune era solita regalare uova bollite avvolte in foglie e fiori in modo che si colorassero naturalmente. Tra i nobili invece si diffuse l´abitudine di fabbricare uova d'argento, platino o oro, decorate.

Nella Russia d'inizio Novecento, lo Zar Alessandro III incaricò l'orafo di origini tedesche Peter Carl Fabergé di preparare delle uova decorate: „l´Uovo Matrioska“ conteneva al suo interno un altro uovo, in oro, il quale conteneva altri due doni: una riproduzione della corona imperiale e un pulcino d'orato.

Se oggi nell'uovo di Pasqua troviamo una sorpresa è insomma merito di Fabergé!

Secondo un'interpretazione italiana, nel Settecento, dalle parti di Torino, vi era l'usanza di inserire un piccolo dono dentro le uova di cioccolato.

Potrebbero quindi essere stati anche i Piemontesi, maestri nell'arte del cioccolato, i primi a lanciare la moda delle uova pasquali con sorpresa.


Torna a inizio pagina