Willkommen auf den Seiten des Auswärtigen Amts

Una panoramica sui campi d’azione centrali  della politica tedesca per i diritti dell’uomo

Articolo

La politica tedesca per i diritti dell’uomo segue un impegno ben preciso: difendere gli esseri umani dalle violazioni dei propri diritti e libertà fondamentali. Vi offriamo una panoramica sui principi basilari della politica tedesca per i diritti dell’uomo.

La politica tedesca per i diritti dell’uomo segue un impegno ben preciso: difendere gli esseri umani dalle violazioni dei propri diritti e libertà fondamentali. Vi offriamo una panoramica sui principi basilari della politica tedesca per i diritti dell’uomo.

Protezione dei difensori dei diritti umani

Giornalisti, giudici o collaboratori di ong: in molti Paesi le persone si impegnano per determinati diritti o gruppi presenti all’interno della popolazione. Senza la loro attività, che mette spesso in pericolo anche le proprie vite, non sarebbe immaginabile il valore che in tutto il mondo hanno i diritti umani. La Germania sostiene il lavoro dei difensori dei diritti umani promuovendo progetti, fornendo sussidi finanziari o proteggendoli attraverso i canali diplomatici.

Impegno contro la pena capitale

La Germania considera il diritto alla vita come il bene supremo. Assieme agli altri partner dell’Unione europea, il Governo Federale esercita una politica attiva contro la pena capitale. L’obiettivo è quello di evitare l’esecuzione della pena capitale in casi singoli ma anche di promuovere la sua sospensione o abolizione nei singoli Paesi. Nell’ambito delle Nazioni Unite (ONU) la Germania ha partecipato a una risoluzione sulla sospensione delle esecuzioni capitali.

Difesa contro le discriminazioni

Nella lotta contro razzismo e intolleranza la Germania collabora a stretto contatto con il relatore speciale dell’ONU. Punti essenziali sono l’impegno per la parità tra i sessi, la difesa di donne e bimbi in conflitti armati, l’impegno per le persone disabili e la lotta contro la discriminazione sessuale.

Lotta al traffico di esseri umani

La Germania è particolarmente impegnata nella lotta contro la violazione dei diritti umani di massa, che è paragonabile ad una moderna forma di schiavitù e che viola  i diritti fondamentali delle libertà. Il mandato del relatore speciale del traffico di esseri umani nasce da un’iniziativa tedesca.

“No chance” all’impunità

La Germania è un’impegnato fautrice di una giurisprudenza penale internazionale che condanni genodici, crimini della guerra e altre gravi violazioni dei diritti umani. La Germania è tra i principali Paesi-contribuenti della Tribunale Penale Internazionale de L’Aia.

Lotta alla tortura

Per la Germania è di fondamentale importanza l’abolizione della tortura in tutto il mondo e promuove l’adesione alla Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura e altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti.

Difesa della libertà di religione e credo

La Germania si fa garante che ognuno possa scegliere liberamente la propria confessione religiosa o la propria “visione del mondo” (“Weltanschauung”) e possa vivere appieno secondo questi principi. Assieme ai suoi partner dell’UE il Governo Federale si impegna per la difesa ed il sostegno della libertà di religione e credo nella cornice di dialoghi politici bilaterali con Paesi terzi. Dal 2010 è un tedesco, il professore Heiner Bielefeldt Relatore speciale delle Nazioni Unite sulla libertà di religione.

Il rafforzamento dei diritti dei bambini

La Germania ha particolarmente a cuore la difesa di bambini e adolescenti dalla violenza, dalle violazioni o dallo sfruttamento sessuali, ma anche la loro difesa dalla povertà. Un tema centrale dell’ONU è la difesa dei bambini coinvolti nei conflitti armati e l’impegno contro la prassi dei bambini-soldati. Su iniziativa tedesca nel luglio del 2011 il Consiglio di Sicurezza dell’ONU ha approvato una risoluzione che vieta gli attacchi contro scuole e ospedali.

Il diritto all‘acqua potabile

Insieme alla Spagna la Germania è da tempo impegnata in nome del diritto umano all’acqua potabile e ai servizi sanitari. Grazie all’iniziativa del 2008 con Catarina de Albuquerque è stato nominato per la prima volta un Relatore speciale per il diritto all’acqua e ai servizi sanitari dell’ONU. Dal riconoscimento di questo diritto, sancito nel 2010 dall’Assemblea Generale dell’ONU, la Germania è impegnata nella sua attuazione. Insieme al “Blue Group” ha creato un gruppo di sostenitori impegnati a creare condizioni generali adeguate, regole ed investimenti volti a migliorarne l’approvvigionamento.

Il diritto all’abitazione

Alla luce della migrazione globale e della creazione di sobborghi urbani, il diritto ad un alloggio adeguato fa parte delle condizioni fondamentali per una vita dignitosa. Nel Consiglio dei Diritti Umani la Germania perora a favore di standard universali di abitazione di vita universali e contro il reinsediamento forzato. La Germania è anche a favore della creazione di un mandato per un Relatore speciale dell’ONU su questo tema.

 

Torna a inizio pagina