Willkommen auf den Seiten des Auswärtigen Amts

Il discorso a Seul del Ministro Federale degli Affari Esteri Heiko Maas

Il Ministro Maas a Seul

Il Ministro Maas a Seul, © ZB

26.07.2018 - Comunicato stampa

Il discorso del Ministro Federale degli Affari Esteri Heiko Maas a Seul

Oggi il Ministro Federale degli Affari Esteri Maas a Seul ha dichiarato quanto segue:

Ho detto che la risposta ad “America First” può essere solo “Europe United”. Pertanto era così importante che Jean-Claude Juncker si recasse a Washington con il pieno sostegno di tutta l’UE.

Ieri l’Europa ha dimostrato che non si fa dividere. E abbiamo visto che quando l’Europa si presenta unita la nostra parola ha peso. Possiamo così parlare con tutti nel mondo con autoconsapevolezza e su un piano di parità.

Jean-Claude Juncker ha dimostrato che alla fine non conta chi scrive a caratteri più grandi su Twitter, ma conta se si hanno da offrire soluzioni reali o soltanto slogan a forte impatto. Perché anche la base di Trump comincia già a capire che anche gli agricoltori e i lavoratori industriali americani hanno solo da perdere se imponiamo reciprocamente dazi doganali sempre più folli.

L’America e l’Europa non sono avversari. Spero che questa convinzione torni ad essere anche alla Casa Bianca quello che è stata fino a poco tempo fa: un fatto ovvio.  Siamo partner e alleati con valori e interessi comuni. Pertanto è positivo che non solo sia superata la questione dei dazi sulle auto, ma anche che abbiamo concordato di lavorare insieme contro le pratiche commerciali sleali e per una riforma della WTO.

 

Ulteriori contenuti

Il Ministro Maas a Seul
Il Ministro Maas a Seul© ZB
Torna a inizio pagina