Willkommen auf den Seiten des Auswärtigen Amts

Inizio della seconda fase dei lavori di ristrutturazione dell’edificio dell’Istituto Archeologico Germanico (DAI) in Via Sardegna, a Roma

DAI-Bauarbeiten - Lavori di ristrutturazione al DAI

Prof. Dr. Ortwin Dally, Dr. Fabrizio Micalizzi, Stefan Schneider, Arch. Eugenio Cipollone, © DAI / H. Behrens

04.05.2018 - Comunicato stampa

Inizio della seconda fase dei lavori di ristrutturazione dell’edificio dell’Istituto Archeologico Germanico (DAI) in Via Sardegna, a Roma


Adesso è ufficiale: da aprile di quest’anno è esposto e visibile per tutti il cartello di cantiere con le indicazioni sulle opere edili da realizzare nella sede dell’Istituto in Via Sardegna. Già a febbraio è iniziata la seconda fase degli interventi di ristrutturazione dell’edificio originario dell’Istituto Archeologico Germanico (DAI) a Roma, in Via Sardegna. Questa fase prevede l’attenta rimozione degli elementi interni non strutturali e degli elementi decorativi con l’obiettivo di riutilizzarli nel corso della terza fase edile che inizierà nel 2019, in cui si procederà alla ricostruzione della struttura interna dell’edificio.

Il promotore delle opere è la Repubblica Federale di Germania, rappresentata dal Ministero Federale degli Affari Esteri (AA); la stazione appaltante è la Repubblica Federale di Germania, rappresentata dal Ministero Federale dell’Interno, dell’Edilizia e del Territorio (BMI), a sua volta rappresentato dall’Ufficio Federale per l’Edilizia e l’Assetto Territoriale (BBR). Il soggetto fruitore è l’Istituto Archeologico Germanico (DAI).

Il Prof. Dr. Ortwin Dally, Direttore della sezione distaccata del DAI a Roma, dopo aver visitato il cantiere si è detto ottimista: “Sono fiducioso che ora l’edificio, grazie all’intensa collaborazione tra AA, BMI, DAI e BBR e al sostegno del Bundestag tedesco possa essere ultimato entro il 2020/2021”.

Si ricorda che l’edificio costruito nel 1964 dell’odierna sezione distaccata del DAI di Roma, in Via Sardegna, fondata nel 1829 a Roma come “Instituto di Corrispondenza Archeologica”, viene ristrutturato in conformità con le moderne direttive in materia di sicurezza sismica e antincendio. Il personale dell’Istituto nonché gli archivi, la fototeca e il “cuore” del Germanico – come viene chiamato in Italia –, ossia la Biblioteca,  sono attualmente ospitati in una sede provvisoria in Via Valadier.

Circa un anno fa, con l’acquisto da parte del Ministero Federale degli Affari Esteri del terreno della Chiesa Evangelica in Germania su cui fino ad allora sorgeva in parte l’edificio, si è dato il via ai lavori di ristrutturazione in presenza dell’Ambasciatore Tedesco in Italia e San Marino Dr. Susanne Wasum-Rainer e dell’allora Ministro Aggiunto al Ministero Federale degli Affari Esteri Prof. Dr. Maria Böhmer.


Ulteriori informazioni sul sito web del DAI - in tedesco:

https://www.dainst.org/dai/presse/nachricht/-/asset_publisher/XV2P83pNHjQz/content/beginn-der-2-etappe-der-bauma%C3%9Fnahmen-am-romischen-institutsgebaude-in-der-via-sardegna



Il comunicato stampa

Torna a inizio pagina