Willkommen auf den Seiten des Auswärtigen Amts

Comunicato stampa

Fortsetzung Tag der offenen Tür der Bundesregierung

Fortsetzung Tag der offenen Tür der Bundesregierung, © dpa

29.01.2018 - Comunicato stampa


I test con le emissioni dell'industria automobilistica

Eticamente non c’è giustificazione alcuna

I test sulle scimmie o addirittura sugli esseri umani eticamente non sono in alcun modo giustificabili, ha dichiarato il portavoce del Governo Seibert a Berlino che si è espresso in merito ad articoli riguardanti i test con i gas di scarico condotti da un organismo di lobby su incarico dell’industria automobilistica. Il Governo federale chiede che venga fatta completamente chiarezza sul caso.

Il Governo federale ha condannato con fermezza gli esperimenti condotti da un’associazione di ricerca dell’industria automobilistica su animali e persone. Questa procedura “fa emergere molte domande critiche da rivolgere ai responsabili di tali test”, ha detto il portavoce del Governo Seibert nella Conferenza stampa governativa. Le case automobilistiche hanno il compito di limitare le emissioni di sostanze nocive e di rispettare i valori limite e non quello di provare la presunta innocuità dei gas di scarico.

È indispensabile fare chiarezza

Il Governo federale chiede che l’accaduto venga chiarito completamente. Bisogna rispondere a tutti i quesiti. Sugli organi di controllo di chi ha commissionato i test ricade una particolare responsabilità, ha ribadito Seibert.

Il Governo federale parte dal presupposto che le Autorità competenti valutino nei dettagli anche la rilevanza penale dell’accaduto. Seibert ha però segnalato anche l’enorme importanza dell’industria automobilistica per l’economia della Germania. 

Un portavoce del Ministero Federale d Trasporti ha riferito che il Ministro Christian Schmidt non ha nessuna comprensione per test a discapito di animali e persone che non giovano alla scienza, “ma unicamente alle pubbliche relazioni”.  La commissione d’inchiesta al Ministero dei Trasporti si riunirà in seduta straordinaria per verificare l’esistenza di latri casi.

Berlino,  29.01.2018


Torna a inizio pagina